Trout Master

Come nasce la canna da spinning alla trota più prestigiosa al mondo

I primi rudimenti....

Sono Nik Master e vivo per la pesca in torrente.

Di per se questo è tutto quello che dovresti saepere su di me... Ma ho deciso di svelarti la mia storia, raccontandoti come sono nate le canne Trout Master. Le canne da spinning alla trota più prestigiose al mondo.

Le prossime righe che leggerai ti sembreranno un cliché, ma che tu ci creda o meno, è tutto vero!

La mia prima esperienza di pesca non poteva che essere in torrente, fortuna (o sfortuna, dipende dai punti di vista) sono cresciuto proprio ai bordi di un torrente.

Quando dico bordi, intendo che la mia camera si trovava a non più di 200 metri dalla sponda. Una situazione più unica che rara, ogni sera mi addormentavo con il rumore delle cascate d'acqua che battevano sulle pietre del greto...un vero paradiso.

Insieme alla casa, avevamo a disposizione circa 1 km di torrente ad uso di riserva esclusiva. Per fortuna ancora conservato con la casa di famiglia.

A 6 anni sentii un richiamo innato e decisi di provare per la prima volta a pescare. A differenza degli altri bambini però, io decisi di voler provare a modo mio. Nessuno mi aveva portato, nessuno mi aveva mostrato come fare, nessuno mi aveva "spinto" in quella direzione.

Era semplicemente un richiamo all'interno del mio DNA.

E' incredibile ma ricordo benissimo quel giorno! Lo ricordo perchè decisi di provare a pescare (convinto pure di riuscirci) costruendomi l'attrezzatura da solo!

Se ti chiedi come possa un bambino di 6 anni costruirsi una canna da pesca, devi sapere che la spinta è nata vedendo mio nonno, che faceva questo mestiere.

Io ero solo un bambino, ma me la cavai niente male. Di canne da pesca ne avevo già viste milioni, ma mai costruita una!

In ogni caso presi un bastone, un bastone di legno per creare la prima canna, poi utilizzai del fil di ferro per gli anelli, creai una sorta di mulinello alla base, che girava per recuperare il filo. Filo che era costituito da un cordino, un pesetto e come amo una piccola molla.

Questa era la mitica attrezzatura per la mia prima battuta di pesca. Tienti presente che a 6 anni è già tanto arrivare a pensare a un progetto, farlo è ancora più difficile, ma tutto sommato l'avevo costruita.

Già immaginavo le trote che avrei preso (più tardi scoprii che erano solo immaginarie).

Quindi il giorno dopo mi recai con mia nonna, che di pesca capiva ancora meno di me, direttamente in una zona "buona" del torrente.

Un paio di vermetti innescati e provai a "pescare".

Come puoi ben immaginare, non presi nulla. Fu un vero disastro :)

Ma ero contento! Contento e testardo. 

Da quel giorno non mollai più la pesca in torrente! Mai più! Mio nonno mi diede una cannetta "normale" (non di legno), e qualche consiglio.

Con la perseveranza, la pazienza e l'entusiamo imparai ascoltando e provando a pescare, a mettere in pratica. 

Si, ma sempre con mia nonna, mai con persone capaci!

Volevo farcela a solo...e con il tempo riuscii ad imparare...imparai cosi bene che da "pierino" (giovane apprendista) davo la paga ai "vecchi volponi".

Forse avevo la pesca nel DNA, forse è stata la vicinanza al torrente, forse il fatto che sono ormai 30 anni che pesco quasi quotidinamente nei torrenti, sta di fatto che ho visto passare così tanta acqua da essere considerato un vero maestro di questa pesca.

Come nasce la canna da spinning alla trota più prestigiosa al mondo

100 anni di esperienza...

Mio nonno quando iniziai a pescare già non lavorava più. Ha avuto la fortuna di andare in "pensione" presto e potersi dedicare alla pesca.

Ma da quando io ho ricordo, mio nonno è sempre stato un maestro artigiano costruttore. Nel suo atelier ho visto passare tanti volti famosi, sia del mondo della pesca, che veri e propri VIP del cinema appassionati di pesca.

Per i suoi amici, campioni e non, era sempre disponibile a realizzare una canna da pesca incredibile.

Nato in Irlanda (per questo sia io che mio nonno abbiamo i capelli rossi) da una coppia Italo-Irlandese da giovane si spostò in inghilterra e iniziò a lavorare per una famosa azienda di canne da pesca. Da li si specializzò nella realizzazione di canne per la pesca alla mosca, diventando un famoso e rinomato costruttore.

Successivamente collaborò come consulente per tantissime aziende che realizzavano canne da pesca, girando tutto il mondo ha avuto la possibilità di apprendere tantissimo.

Questo lo rese estremamente famoso e richiesto.

Oggi mio nonno non c'è più, ma io ho avuto l'incredibile fortuna di imparare la sua arte e custodirla.

Mi porto dietro i suoi 70 anni di esperienza come costruttore, progettista e designer di canne da pesca.

La mia è un'incredibile fortuna che mi ha dato accesso a tutti i segreti tramandati da mio nonno come costruttore e pescatore.

Oggi i materiali sono cambiati, le tecnologie migliorate, ma la parte artistica, la parte "geniale", la parte artigianale non è cambiata di una virgola.

Mia madre non si interessò mai alla pesca e questo fa di me l'ultimo artigiano Master rimasto.

Con l'esperienza tramandata da mio nonno, unita alla mia esperienza di 30 anni di pesca in torrente ho a disposizione 100 anni di maestria nell'arte della costruzione di canne da pesca.

Terminati gli studi, grazie alle conoscenze di mio nonno e alla mia precoce esperienza e capacità trovai subito lavoro.

La mia prima esperienza fu come designer per la linea economica di canne da spinning freshwater di una marca poco conosciuta in Italia, ma molto apprezzata negli USA.

Da li iniziai la mia carriera come consulente e designer per brand internazionali, lavorando per molti anni negli USA.

La nascita di Trout Master

Nel 2016 ho avuto anche il piacere di lavorare a un progetto molto interesante. 

Come esperto internazionale riconosciuto nell'ambiente professionale (esperti che non trovi su facebook e instragram, li trovi gli influencer più o meno sconosciuti, i professionisti veri sono famosi tra gli addetti al settore, non sui social), una casa automobilistica di estremo prestigio mi chiese una consulenza per progettare una versione "da pesca" di un suo modello, esplicitamente richiesto da un cliente facoltoso.

Parlando con questo cliente, unico modo per capire le sue esigenze, mi resi anche conto che questa persona era alla ricerca di un'attrezzatura da pesca (spinning) di altissimo livello, che il mercato non proponeva.

Esistono dei costruttori artigiani, che possono fare delle canne su misura. Ma non sono cosi specializzati, non è possibile conoscere perfettamente tutte le varie tipologie di pesca tanto da poter essere dei maestri in ogniuna.

Ci sono esperti nel bass fishing, esperti nella pesca alla spigola, esperti nel carpfishing, ma nessuno può saper costruire ad arte tutte le canne.

Ogni disciplina ha delle particolarità e specificità che solo chi la padroneggia completamente può conoscere.

Non confondere il fatto di saper legare gli anelli e montare un'impugnatura, con la capacità di progettare una canna perfetta per le esigenze di pesca.

Un conto è assemblare gli elementi sul fusto, ed è pieno il mondo di "artigiani" che realizzano canne custom.

Tutt'altra questione è saper progettare, selezionare gli elementi, posizionarli correttamente e assemblare una canna che trasformi il semplice atto della pesca, in pura magia.

Il mio cliente (ormai amico) cercava questo, cercava delle canne fantastiche.

Dopo aver finito di progettare l'allestimento per la sua nuova auto, gli progettai anche 3 canne per lo spinning.

Tre fantastiche, incredibili canne per lo spinning.

Tre canne e un'idea in testa...

Torno in Italia...

Era un po che, stanco di viaggiare per il mondo, volevo tornare a casa.

Viaggiare è bello, ti permette di imparare molto, ma alcuni sentono nostalgia di casa.

Le mie trasferte mi hanno permesso di scoprire spot di pesca estremamente diversi e variegati, un bagaglio tecnico incredibile, che, avendo provato entrambi, è superiore a quello che ha un pescatore che conosce perfettamente un unico spot di pesca.

In ogni caso le alpi d'europa rimangono nel cuore e il richiamo a tornare è forte.

Nel mio ambito lavorativo ho già raggiunto il massimo che si possa ottenere, ho raggiunto gli obbiettivi prefissati e mi posso ritenere soddisfatto.

Ma andare in "pensione" adesso mi sembrava un po azzardato e sinceramente, non so starmene fermo con le mani in mano.

Una cosa che mi ha sempre infastidito in ciò che facevo erano le limitazioni imposte (a rigor di logica giustamente) per i mie progetti.

Non ho mai avuto totale carta bianca, c'erano sempre dei limiti nella progettazione delle canne, limiti dettati dal budget della grande produzione, scontri con il reparto marketing ecc.

Avevo un budget da rispettare, non potevo scegliere il massimo, non potevo nemmeno progettare installazioni troppo costose.

Era anche mio compito stabilire i migliori design che si sposassero con la produzione rapida in serie.

Tutto doveva essere preciso, ma "giusto". Niente fattore "woow", niente legature complicate, niente impugnature troppo complesse.

Un po frustrante per chi come me cerca sempre il massimo e ama sperimentare.

Per questo ho creato Trout-Master

La voglia di tornare a casa, unita alla possibilità di non dover lavorare per vivere e con il bagaglio d'esperienza che ho maturato nel tempo, mi danno una spinta per iniziare un nuovo progetto.

Decido di creare le mie canne da pesca. 

Ho praticato tante pesche diverse, ma solo nello spinning ho trovato il mio equilibrio.

Anche se nell'arco dell'anno non mi dedico solo alle trote, ma pesco anche altri predatori, con sincerità posso definirmi un'esperto solo esclusivamente nella pesca a spinning alla Trota. 

Quindi, nonostante la mia esperienza (modesta) in tante discipline, ho deciso di dedicarmi solo alla pesca a spinning alla Trota.

Il termine pescatore è generico, è come dire "atleta olimpionico". Preparato a fare i 100 metri, in difficoltà con il salto in lungo. Sicuramente salta meglio della maggior parte delle persone, ma difficilmente salta come uno allenato nel salto in lungo.

So c'osè un piombo guardiano, o un hair rig, o un pasturatore a method... Ma non sarò mai all'altezza di progettare una canna da Feeder o da Traina incredibilmente efficace, anche se tecnicamente sono in grado di farlo, all'atto pratico mi manca l'esperienza della pesca con quella tecnica.

Non conosco le esigenze che la tecnica impone e quali sono i segreti per costruire un attrezzo in grado di superarli. Che poi è il grande problema della produzione di serie. 

Problema che solo una piccola parte dei pescatori percepisce avendo magari avuto modo di tenere in mano attrezzi di livello alto.

La cosa che invece so fare con maestria ed esperienza, oltre alla pesca a spinning alla trota, è la progettazione delle canne per questa tecnica.

Finalmente oggi posso creare senza limiti, producendo le mie canne per passione, non per lavoro. Senza dover sottostare a nessun budget della grande produzione.

Con soddisfazione creo qualcosa di unico. In un mercato saturo di attrezzi mediocri, chi cercava una canna incredibile rimaneva deluso.

Per questi pescatori ho voluto dare vita a Trout-Master. Canne da pesca per pochissimi, per veri appassionati che cercano un attrezzo tecnico, esclusivo e di pregio, studiata e costruita per le battute di pesca alla trota nei nostri torrenti.

Il prezzo in Trout-Master non è un problema, non badiamo a spese, ma creiamo canne d'elitè per i pescatori più esigenti.

 Se tu sei alla ricerca di questo, noi siamo pronti a soddisfarti.

Questo è il mio (e del mio team) unico obbiettivo.

Nik Master

come nasce la canna da spinning più prestigiosa al mondo